Toppe Ricamate

 €

Descrizione

TOPPE RICAMATE

 

Le toppe ricamate appartengono ad un mondo molto vasto.

Ci sono molti tipi di ricamo.

Ma se volessimo dividere i ricami in 2 Macro Categorie, potremmo dire che i ricami sono diretti e su patch.

Le patch ricamate sono chiamate in molti modi:
-Toppe ricamate

-Distintivi ricamati

-Ricami da applicare

-Etc. Etc

 

Ciò che caratterizza la patch o toppa è la sua funzione.

La Patch (dall’inglese Rattoppo) ha la funzione di correzione.

Hai mai sentito parlare delle patch (correzioni) dei programmi?
Bene, in questo caso si parla di abiti, e di personalizzazione.

 

Originariamente nata come rattoppo per chiudere i buchi, o per coprire delle macchie (tipo candeggina) oggi sono molto in voga per altri motivi.

 

La toppa ricamata viene utilizzata dalle associazioni sportive (e non solo!!) per “logare” l’abbigliamento degli associati, senza dover intervenire necessariamente sul capo di abbigliamento.

La comodità della patch è quella di poter dare il ricamo alla persona e consigliare dove attaccarlo.

In questo modo si evita di dover fare provare i capi a chiunque.
Una bega di meno….non credi?

Certo, se parliamo di eleganza, la patch non è sicuramente ciò a cui dovresti puntare.

Parliamo sempre del ricamo di una toppa estranea al capo, per cui si parla di Praticità.

 

L’eleganza rimane il ricamo diretto sui capi, a meno che non ci sia una strategia di base.

 

Ci sono dei capi, che….inondati da patch ricamate divengono delle vere e proprie opere d’arte.
Di cosa parlo?
Hai mai visto le giacche dei Biker completamente coperte da distintivi?

Uno spettacolo!

 

COME APPLICARE LE TOPPE RICAMATE

L’applicazione delle patch ricamate è semplice.

Basta una semplice cucitura.

Certo…se hai le patch sagomate la sarta potrà odiarti perchè deve farle a mano.

Ma ciò che importa è che il bordo esterno serva proprio per far passare il filo per fissarlo al capo.

L’applicazione potrebbe anche avvenire tramite termosaldatura.

Ciò che però ci è capitato in passato, è che dopo alcuni lavaggi magari non a freddo, il collante tende a scomparire, con il fastidioso risultato che le patch tendono poi a staccarsi.

Noi evitiamo quindi l’applicazione con termosaldato.

Un’altro sistema per applicare le patch è la velcratura.

La velcratura è già più alla portata e c’è bisogno di lavoro sartoriale.

Il velcro viene diviso in maschio-femmina, o duro-morbido.

In genere per chi ha bisogno del velcro possiamo fornirli entrambi e nei colori bianco e nero con un piccolo sovraccosto.

Ciò nonostante abbiamo notato che molti clienti hanno ancora delle persone in casa che se la cavano con ago e filo, per cui scelgono di fare da sè.
Forza Sarte! Ce la farete